droni neutralizzati al jova beach party

Una decina di Droni neutralizzati al Jova Beach Party

Luglio 05, 2022

Maggior sicurezza negli eventi

Negli ultimi mesi sono sempre maggiori le notizie che riguardano droni neutralizzati. Lo abbiamo visto nella Formula uno a Imola, con i Maneskin e in ultimo anche al Jova beach Party di Lignano Sabbiadoro. I sistemi antidrone stanno nascendo, e non solo Aeroscope garantirà la sicurezza negli eventi e nelle manifestazioni. Anche aziende Italiane si stanno muovendo. Pensate che fino a ieri molti potevano volare indisturbati nelle No Fly Zone, oggi invece qualche problema lo si può trovare.
E’ vero, si può bypassare questa cosa con determinati droni piuttosto che altri, ma è pur sempre un inizio che non si può non accogliere in maniera positiva.

Non si vola su assembramenti

L’azienda friulana Md System è la protagonista di questa novità poco gradita ai piloti di droni che non rispettano le regole. Ricordiamo che il regolamento Europeo prevede il divieto assoluto di sorvolo assembramenti e il divieto in ingresso in zone interdette al volo. Solo chi riceve il permesso con i dovuti attestati potrà essere in gradi di volare ad esempio nei concerti, ma mai sulle persone assembrate.

Non solo MD System ma anche Mctech in questa cordata di prevenzione e sicurezza. Sono riusciti infatti a identificare e neutralizzare molti droni che tentano di entrare in aree proibite senza autorizzazione.

Marco Cavalli interviene

In caso di caduta di un drone sulla folla, riferisce l’analista della sicurezza per MD Systems (a cui è stata affidata la gestione della sicurezza nelle due date del Jova Beach Party). Oltre al danno fisico subito dalla persona, si creerebbe un effetto circolare di panico e pericolosità che, con una folla di 40.000 persone, porterebbe effetti e danni inimmaginabili.

Spesso l’utilizzo di un drone ad un grande evento, continua Cavalli, potrebbe essere associato ad un gioco o ad un rischio banale da molti, ma così non è, e quanto già caduto in passato, lo dimostra.

Cerchiamo di diffondere la cultura della sicurezza in merito a questo tema, conclude, per molti o troppi ancora largamente sottovalutato.

Dieci i droni neutralizzati

E’ già stato impiegato dall’esercito degli Stati Uniti, dai reparti speciali portoghesi e dalla marina Thailandese.

MC-Horizon, è un sistema C-UAS completo di radar, sensori e jammer, in grado di identificare un velivolo fino a 3,5 km di distanza, ne segue la rotta e ne intercetta i comandi prendendone il controllo remoto.

Sempre più difficile intrufolarsi

Sarà sempre più difficile intrufolarsi con i droni in zone proibite, questo è un bene, e ne gioverà sicuramente alla lunga chi invece le regole vuole rispettarle.
I droni non sono dei giocattoli, possono diventare veramente pericolosi se usati in modo non idoneo. Resta da capire però come intervenire con i droni auto costruiti, che al loro interno non hanno nessun sistema di identificazione remota. Forse in futuro sarà obligatorio un sistema di riconoscimento, con controlli e multi salate per chi ne è sprovvisto? Noi non lo sappiamo ma staremo sicuramente alla porta per portarvi gli aggiornamenti del caso.

Siamo certi che una soluzione sarà trovata anche per questo.

Grazie per aver scelto Drone Italia.


Se ti sono piaciuti i contenuti del sito, allora offrici un caffè, grazie.

Autore

VINCETECH

Potrebbe interessarti anche

Scouting

Il tuo articolo qui? Drone Italia è sempre alla ricerca di nuovi collaboratori, clicca il bottone per candidarti.

Partner
Drone WebStore - Vendita Droni
Partner Tecnico
Musica Per Video
Musica Free per Video
Sostieni

Contribuisci alla crescita di Drone Italia, effettua una donazione e sostieni il progetto.


DRONEITALIA Ente del Terzo Settore - C.F. 90074500027 P.IVA 02740220021 |  Realizzazione Sito Internet MM MultiMedia