FOTOGRAFIE A LUNGA ESPOSIZIONE

fotografia a lunga esposizione

Come scattare fotografie a lunga esposizione con il Drone

La Fotografia a lunga esposizione è molto suggestive ed attirano sempre l’interesse di chi le guarda, ma non sempre sono facili da ottenere con i nostri droni.
Se stai leggendo questo articolo potrebbe interessarti leggere questi articoli che spiegano nel dettaglio cosa sono Iso, Tempo di Scatto e diaframma perchè sono importanti per capire meglio quello che scriverò qui di seguito.

Come si ottiene lo scatto.

Brevemente possiamo dire che, per ottenere delle fotografie a lunga esposizione, il drone dovrà tenere l’otturatore aperto per almeno 1 o 2 secondi. Sono situazioni molto complicate per un drone e solitamente più un drone è grande più riuscirà a stare stabilizzato per quei secondi di scatto.

Cosa succede se si scattano fotografie con tempi così lunghi?

L’immagine sarà mossa e quindi inutilizzabile.
Solitamente nella fotografia “a terra” con reflex o altro si utilizzano i treppiedi in modo che la macchina fotografica possa fare scatti anche per 30 secondi o più senza avere l’immagine completamente mossa.

Perchè si usano le foto a lunga esposizione?

Per avere degli effetti molto particolari, come ad esempio le scie luminose delle macchine di notte, o le classiche foto delle cascate o dell’acqua con effetto seta.
Se fate queste foto di notte non dovrete preoccuparvi di aggiungere dei filtri ND sul vostro drone in quanto scattando le fotografie senza luce avremo tempi già di per sè lunghi, quindi non usateli.

Se invece queste fotografie le volete fare di giorno allora dovrete munirvi per forza di cose di filtri ND con intensità dai ND500 E ND1000.

Come si prepara lo scatto?

Per preparare lo scatto dobbiamo fare dei piccoli accorgimenti.
Per prima cosa impostiamo il drone in esposizione manuale, in questo modo avremo il completo controllo di Iso, Tempo di Scatto e Diaframma (ove possibile, si nel mavic pro 2 non nel mini 2).

Impostiamo l’iso al valore più basso possibile, se di giorno va bene iso 100, di notte potremmo salire anche fino a iso 400.
Ora scegliamo un tempo di scatto vicino o superiore al secondo di esposizione, solitamente indicato con il numero 1″.
Se i secondi saranno due il simbolo sarà 2″ oppure dei valori come mezzo secondo (1/2″) un quarto di secondo (1/4″) e così via. Occhio a non confondervi con il valore di un centesimo di secondo (1/100).

Taggateci nei vostri scatti

Poi preparate l’inquadratura desiderata, e cominciate a scattare quante più immagini possibili. Guardate sempre se lo scatto che avete ottenuto non abbia il mosso e continuate.
Ora per avere effetti decisamente interessanti, trovate delle cascate, un mare con gli scogli e le acque mosse, oppure la sera attendete il passaggio di qualche auto.

Ora non vi resta che provare, e vi invito a visitare la nuova pagina instagram di Drone Italia, fare i vostri scatti e taggarci nelle foto come @drone_italia_official.

Vi invito a guardare questi videotutorial per capire nel migliore dei modi l’esecuzione.

Buona continuazione su Drone Italia.

Partner Tecnico
Musica Per Video
Musica Free per Video
Sostieni

Contribuisci alla crescita di Drone Italia, effettua una donazione e sostieni il progetto.


DRONEITALIA Ente del Terzo Settore - C.F. 90074500027 P.IVA 02740220021 |  Realizzazione Sito Internet Mauro Messena